Approfondimenti

Una nascita tra molte critiche

di Francesco Pucci

La versione italiana del DSM-5, pubblicata nel mese di maggio 2014, è stata preceduta — in Italia così come in tutto il mondo — da un vivace dibattito su riviste di settore, quotidiani e Internet, tra chi sostiene che il nuovo DSM rischia di medicalizzare ogni forma dell’espressione umana di sentimenti ed emozioni in adulti e bambini e quanti lo ritengono uno strumento che migliora la precisione diagnostica. Per la prima volta la rivista «Psicomotricità» si occupa direttamente del DSM; a una breve introduzione dedicata a come è strutturato il manuale e alla sua storia, seguono alcune citazioni del dibattito sviluppatosi in Italia, un riferimento più esteso al libro che Allen Frances (capo della redazione del DSM-IV) ha dedicato al DSM-5 e, infine, alcune opinioni di scienziati e noti professionisti italiani.

The Italian version of the DSM-5 was published in May 2014. A lively debate between those who think the DSM risks transforming every human expression of sentiments or emotions in adults and children into something medical, and those who regard it as a tool that increases diagnostic precision occurred in professional magazines, newspapers, and Internet preceding the publication of the DSM-5, both in Italy and elsewhere. For the first time «Psicomotricità» directly comments the DSM; it offers a brief introduction dedicated to the manual’s structure and its history, followed by several quotes taken from the debate in Italy, a longer referral to a book dedicated to DSM-5 by Allen Frances (head editor of the DSM-IV), and, finally, several opinions from scientists and well-known Italian professionals.